ITA | ENG

Soffritto di scalogno

Per preparare un soffritto a regola d'arte, è importante scegliere ingredienti di prima qualità. Come lo Scalogno dell'Emilia, dal sapore delicato e aromatico

  • Gluten free
  • Vegan
  • Portatacontorno
  • DifficoltàSemplice
  • Tempo40 minuti
  • Persone4
  • Gluten free
  • Vegan
  • Coursecontorno
  • Level of difficultySemplice
  • Preparation time40 minuti
  • Serving4
Soffritto di Scalogno dell'Emilia

Ingredienti

  • 125 g di Scalogno dell’Emilia
  • 70 g di carote
  • 50 g di sedano
  • olio extravergine d’oliva

Il soffritto ha la capacità di arricchire di sapore piatti di carne, pesce e verdure. Si tratta di una di quelle ricette che sono alla base della cucina italiana, frutto di antiche tradizioni tramandate di generazione in generazione. Preparare un soffritto a regola d’arte non è complicato, vi basterà utilizzare ingredienti giusti e di buona qualità per arrivare al risultato perfetto.

Sono tre gli ingredienti fondamentali per preparare il soffritto: cipolla, carota e sedano. In questa preparazione ho sostituito la cipolla con lo Scalogno dell’Emilia, veramente un prodotto d’eccellenza. Il suo sapore è più delicato rispetto a quello della cipolla, ma allo stesso tempo più aromatico: proprio per questo è davvero un ottimo alleato in cucina.

Per preparare un buon soffritto di scalogno è importante attenersi ad alcune semplici regole. Prima di tutto, le verdure devono essere tagliate più o meno della stessa grandezza per uniformare al meglio la cottura, che dev’essere lenta e a fiamma dolcissima. Meglio non utilizzare il tritatutto elettrico per tagliare le verdure: un buon coltello o la classica mezzaluna sono strumenti decisamente più indicati.

Un altro consiglio molto importante è quello di usare olio extravergine d’oliva in sostituzione di grassi come il burro e la margarina. Per evitare che le verdure si asciughino troppo è bene irrorrarle con un poco d’acqua, mescolando esclusivamente con un cucchiaio di legno. Infine è bene ricordare che il soffritto di scalogno non va salato: il sale verrà aggiunto nella pietanza che in seguito verrà preparata.

Preparazione

Per preparare il Soffritto di Scalogno dell’Emilia, per prima cosa pulite e lavate le verdure. Eseguita questa operazione, utilizzando un coltello ben affilato tagliatele a dadini più o meno uguali.

In una casseruola versate l’olio, lasciatelo scaldare leggermente e successivamente aggiungete le verdure. Tenete la fiamma bassa e fate cuocere lentamente: se necessario aggiungete dell’acqua per evitare che le verdure si asciughino troppo.

Come tutte le preparazioni “antiche”, anche il soffritto di scalogno ha bisogno di tempo per cuocere alla perfezione: per un risultato ottimale servono almeno trenta minuti.

A cura di Daniela Tornato, blogger di Smile, Beauty and More