ITA | ENG
1926: quando una cipolla cambiò la storia

1926: quando una cipolla cambiò la storia

La storia di questa grande azienda comincia da un piccolo orto: quello che Umberto Freddi detto “l’Ortlanein” curava con sapienza, ricavando verdura e frutta da vendere alle famiglie locali. Così dalla Corte Inzani di Sant’Ilario d’Enza (RE), luogo di produzione, raggiungeva i paesi limitrofi… Taneto, Gattatico e fin dove lo portava il suo cavallino bianco. Conosciuto e amato da tutti quanti per la battuta sempre pronta e la capacità di vendere al meglio i propri prodotti, era così legato alla musica che, pur povero contadino, volle regalare al primogenito Nino un violino, facendo venire da Parma un maestro di rango per istruirlo…

Aria di rinascita: i prodotti Freddi fanno “boom”

Aria di rinascita: i prodotti Freddi fanno “boom”

Tra gli anni ‘50 e gli anni ’60, in piena espansione economica, la famiglia Freddi comincia a farsi un nome tra i fruttivendoli dei mercati rionali. Oltre che di cipolle, l’azienda si occupa della distribuzione di alcune “rarità” dell’epoca come la Cipollina Borettana, il sedano bianco, le mele della Val di Non, le pere modenesi, la frutta di Vignola. Un piccolo miracolo possibile grazie a scelte logistiche all’avanguardia: i tempi sono ormai maturi per iniziare la collaborazione con Coop e Conad.

Cipolline Borettane Freddi appena raccolte

Mercati ad alta velocità: Freddi pensa già local

Con la costruzione delle prime autostrade, il mercato della distribuzione si fa agguerrito. Non è più il tempo delle mele, ormai vendute ovunque, e la famiglia Freddi rilancia su prodotti locali come le Cipolline borettane, le cipolle dorate di Parma e le patate di Bologna. Nella valley parmigiana, che pullula di nuove realtà aziendali dalla vita breve, Freddi rafforza la propria storia dedicandosi ai mercati ortofrutticoli nazionali e ai supermercati.

Famiglia Freddi accanto a macchine pesatrici

A misura di supermercato, i bulbi Freddi hanno il giusto “calibro”

Negli anni ’80 il mercato parla chiaro: la cipolla conquista se non pesa troppo nel carrello. Freddi recepisce al volo questa tendenza e si dota di esclusive macchine pesatrici adatte alle piccole pezzature per tenere alti i volumi di distribuzione. Ma per fare la storia bisogna osare di più: per questo Freddi rafforza la fama della Cipollina Borettana e lancia in Italia lo scalogno, che col tempo farà breccia nel cuore dei consumatori.

Le cipolle del nuovo millennio hanno una lunga storia

Mentre nel mondo impazza il Made in Italy e nascono falsi prodotti italiani come i “cippolini onions”, Freddi rafforza l’impegno per difendere i prodotti della tradizione. A fare la differenza è una passione sincera per le varietà locali autentiche, come la Cipollina Borettana da sempre presente nei magazzini di questa azienda emiliana. E Freddi punta su nuove varietà genuine e tutte da scoprire…